Da Goldamn Sachs e JP Morgan fondi per impedire Brexit

22 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Goldman Sachs, Jp Morgan, Morgan Stanley e Bank of America, tutte contro l’ipotesi di uscita dall’Unione europea della Gran Bretagna, Brexit per l’appunto.

Prima Goldman Sachs avrebbe donato oltre mezzo milioni di sterline alla campagna “Britain stronger in Europe” a favore della permanenza in Europa del Regno Unito, poi è stata la volta delle altre a ruota che avrebbero, secondo le indiscrezioni, investito altro denaro.

Il motivo di questa avversione alla Brexit? Lo spauracchio per i contratti esistenti di ogni genere, dai derivati ai crediti default swap fino ai prestiti che potrebbero essere completamente rivoluzionati, senza dimenticare che l’iter di uscita dall’eurozona significherebbe il congelamento di attività e investimenti.

Tra le banche che invece non si impegnano a caldeggiare la permanenza del Regno Unito in Ue è Citigroup, la cui discesa in campo, secondo il Financial Times, è del tutto improbabile.