Corte Ue spaventa banche italiane, vendite su Mps e popolari

19 Luglio 2016, di Laura Naka Antonelli

Sessione all’insegna delle vendite per l’ indice Ftse Mib di Borsa di Milano, che si conferma il peggiore tra i listini europei occidentali, sulla scia delle perdite che continuano a zavorrare le quotazioni dei titoli delle banche italiane.

Protagonista la decisione della Corte di Giustizia europea di dare ragione all’ Ue e alle regole del bail-in(pur contemplando la possibilità che si presentino circostanze eccezionali).

Vendite soprattutto su Mps -5,69%, BPM -3,58%, BP -2,82%, Bper -4,32%, Intesa SanPaolo -2,53% Mediobanca -1,85%, Ubi Banca -2,29%, Unicredit -2,34%.

Tra i titoli di altri settori, male FCA, che scende -4,5% dopo aver reso noto l’avvio di un’indagine Usa sul modo in cui riporta i dati sulle vendite negli Stati Uniti.

L’indice Ftse Mib accelera al ribasso con una perdita -1,48%, a 16.513,83 punti.

Tra i titoli di altri settori Telecom Italia -0,79%, Terna +0,46%, Poste Italiane -1,36%, Luxottica -1,15%, Yoox-Net-A-Porter +1,42%, Leonardo Finmeccanica -1,90%