Corea del Nord, tweet di Trump scatena corsa ai più sicuri Bond Usa

5 Settembre 2017, di Daniele Chicca

In una giornata sostanzialmente priva di grandi novità sul fronte della crisi nordcoreana, un tweet del presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha messo in subbuglio i mercati, in particolare quelli dei Bond. Trump ha scritto che il suo governo ha intenzione di rafforzare la capacità militare di Giappone e Corea del Sud fornendo loro armi sofisticate.

I rendimenti dei bond governativi americani decennali, già in trend ribassista da quando la Corea del Nord ha fatto esplodere una bomba a idrogeno come test nucleare qualche giorno fa, sono in calo di più di 6 punti base oggi, attestandosi al 2,10% (vedi grafico sotto). In avvio di giornata i tassi dei titoli di Stato Usa di riferimento valevano infatti oltre il 2,16%. Un’altra delle ragioni alla radice di tale andamento è l’intervento dai toni accomodanti di Leal Brainard, esponente della Federal Reserve secondo cui, almeno finché l’inflazione non dimostra di essere sul punto di raggiungere gli obiettivi del 2% prefissati, la banca centrale non deve avere fretta di imporre altre misure monetarie restrittive.