Brexit, May: “Non è il momento per un secondo referendum in Scozia”

16 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

Il primo ministro britannico, Theresa May, ha dichiarato che “non è il momento” per un secondo referendum sull’indipendenza della Scozia dal Regno Unito, in quanto la cittadinanza attualmente non ha gli strumenti per giudicare le condizioni di recesso dall’Unione Europea che sono ancora in fase di negoziato. “Tutte le nostre energie dovrebbero essere concentrate sui negoziato con l’Ue”, ha aggiunto May, parlare adesso di un secondo referendum non metterebbe il clima nelle giuste condizioni per ottenere un “giusto patto” (“right deal”) per la Scozia e per il Regno Unito. “Ora dobbiamo lavorare assieme”, ha concluso la premier britannica.

Durante la settimana la first minister scozzese, Nicola Sturgeon, aveva evocato l’attivazione dell’iter per un secondo referendum sull’indipendenza, dopo quello del 2014.