Bond: verso un totale appiattimento della curva dei rendimenti nel 2018

20 Novembre 2017, di Daniele Chicca

Gli analisti del gruppo T. Rowe Price prevedono che la curva dei rendimenti obbligazionari Usa si appiattisca completamente l’anno prossimo. Più difficile invece è dire in che modo avverrà, se per via di una convergenza al rialzo, al ribasso o entrambe le cose. Durante una conferenza stampa Mark Vaselkiv, chief investment officer del mercato dei Bond presso T. Rowe Price, ha dichiarato che “il livello massimo del rendimento dei Treasuries decennali dovrebbe avvicinarsi al livello finale dei fed funds e questo implica una curva dei rendimenti completamente piatta.

Secondo lui la Fed rispetterà le promesse, che sono per due o tre rialzi dei tassi l’anno prossimo. Il risultato sarà che la differenza tra il debito a breve e a lungo termine potrebbe finire per essere azzerata nel secondo semestre del 2018. Con l’inflazione che dà segnali di stabilizzarsi e con il tasso di disoccupazione più basso dal 2000, le attese degli economisti sono per un ciclo aggressivo di strette monetarie. Gli economisti di Goldman Sachs e JP Morgan Chase scommettono su quattro rialzi del costo del denaro l’anno prossimo, piuttosto che i tre impliciti nelle proiezioni di mercato.