Bond Usa sotto stress, rendimenti sorpassano soglia di pericolo di Gundlach

3 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

Anche i Bond Usa e non soltanto quelli italiani sono sotto pressione nelle ultime giornate, tenendo dunque sempre su livelli alti lo spread di rendimento con i Btp, nonostante gli Stati Uniti portino con sé rischi chiaramente inferiori dal punto di vista della sostenibilità creditizia rispetto alla terza economia dell’area euro.

Dopo l’ultima serie di dati macro positivi in Usa, con l’indice ISM non manifatturiero che in settembre si è attestato ai massimi dal 1997, i rendimenti dei Treasuries Usa trentennali sono in rialzo di 6 punti base al 3,28%.

I tassi hanno così oltrepassato la soglia considerata di pericolo dal guru dei Bond Jeff Gundlach di DoubleLine Capital. Anche le speculazioni su un incremento dell’inflazione salariale dopo che Amazon ha alzato lo stipendio minimo dei suoi dipendenti hanno un impatto sul mercato obbligazionario.