Bce: tra un mese il piano di alleggerimento monetario verrà ridotto

12 Settembre 2017, di Daniele Chicca

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Reuters, la Bce si appresta, nella riunione del prossimo 26 ottobre, a ridurre la portata del piano di alleggerimento quantitativo, inasprendo così la politica monetaria – anche se in maniera molto graduale – nonostante l’andamento freddo dell’inflazione. Il piano di Quantitative Easing verrà quasi certamente esteso anche nel 2018, oltre la scadenza prevista a fine 2017, ma la sua gittata sarà diminuita progressivamente.

Citando alcune fonti a conoscenza con la vicenda, l’agenzia di stampa internazionale scrive che “il consiglio Bce della settimana scorsa ha convenuto di avviare una riduzione degli acquisti asset e tale decisione sarà probabilmente comunicata al meeting del 26 ottobre”, ricordando come diversi elementi del board della Bce, tra cui Sabine Lautenschlaeger, Yves Mersch, Benoit Coeurè e i governatori della banche centrali nazionali di Olanda, Austria ed Estonia hanno fatto riferimento alla prospettiva di una graduale riduzione del programma di acquisto asset da 2,3 miliardi di euro, avviato due anni e mezzo fa. Al momento la Bce compra Bond al ritmo di 60 miliardi al mese.