Bce, la reazione dell’euro alla conferenza stampa di Mari Draghi

7 Marzo 2019, di Daniele Chicca

Le speranze di nuovi stimoli monetari da parte della Bce tengono l’euro bloccato sui minimi di tre settimane rispetto al dollaro, che invece si sta rafforzando sulle valute principali rivali, tra cui anche la sterlina britannica. I trader sperano che durante la conferenza stampa Mario Draghi presenti un ulteriore piano di TLTRO a sostegno dell’economia. Il programma di prestiti vantaggiosi inietterebbe liquidità a lungo termine sul sistema. L’euro scambia a 1,1316 dollari in questo momento sul Forex.

Konstantinos Anthis, head of research di ADSS, prova a fare qualche previsione. Dice che la Bce sta prendendo seriamente in considerazione l’ipotesi. Se a Bce cita il nuovo round di TLTRO ma non offre dettagli, la reazione sarà negativa in area 1,1240 dollari. Il selloff sarà evitato perché i mercati hanno già scontato una Bce colomba. Se Draghi non dovesse invece fare annunci di questo tipo, l’euro si rafforzerebbe fino a quota 1,14 dollari, secondo l’analista. Perché le aspettative di mercato verrebbero deluse.