Bce, Draghi: “Ue vada incontro alle esigenze dei cittadini. Ecco come”

27 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – “L’inflazione continua a restare a livelli bassi con un tasso annuale allo 0,2% per quest’anno che potrebbe aumentare a 1,2% nel 2017″. A dirlo il presidente della Bce Mario Draghi parlando alla commissione Economica del Parlamento Ue.

“Il tasso d’inflazione riflette il calo in passato del prezzo del petrolio e una debole crescita dei salari, mentre per l’anno prossimo aumenterà in linea con la riduzione dell’impatto del prezzo del petrolio. La ripresa economica continua e un declino nel livello di surplus invece nel 2018 dovrebbero gradualmente spingere su l’inflazione all’1,6% (…)  Ci aspettiamo che la ripresa nella zona euro continui a passo moderato e stabile, ma con meno slancio di quanto previsto a giugno (…) E’ importante che la Ue vada incontro alle aspettative dei cittadini, e ciò richiede tre linee d’azione, ovvero concentrarsi sui bisogni reali degli europei, ristabilire la fiducia tra gli Stati e completare l’Unione economica e monetaria”.