Barclays, come la Bce uscirà gradualmente dalle politiche ultra espansive

23 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

L’uscita dalle politiche monetarie accomodanti da parte della Bce non è dietro l’angolo nonostante le prospettive di crescita dell’Eurozona e la ripresa dell’inflazione (per quanto la componente core resti al di sotto dei target). Secondo gli analisti di Barclays l’iter verso la normalizzazione della politica monetaria europea, da tempo “non convenzionale” partirà a giugno con affermazioni meno “dovish” (“da colomba”) che “dovrebbero aprire la porta per rialzi del tasso depo nel 2018, anche prima della fine del Qe”. Il tasso d’interesse sui depositi è quello che percepiscono le banche che parcheggiano la propria liquidità presso la Bce, è in territorio negativo dall’11 giugno 2014 e s trova attualmente a -0,4%. In secondo luogo Barclays si aspetta una riduzione del Qe a un volume d’acquisto di 35-40 miliardi per la prima metà del 2018 e a 15-20 per la seconda metà. Il tasso sui depositi Bce dovrebbe altresì crescere di 10 punti base nel secondo nel quarto trimestre del 2018.