Attacco molotov in un night del Cairo, sedici morti

4 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

Un attacco con una bomba molotov ha provocato sedici morti e tre feriti in un night club in una zona centrale del Cairo, in Egitto. Il dispositivo incendiario è stato lanciato questa mattina presto, tra le sei e le sette, da tre uomini in moto con il volto coperto.

Da parte della procura si ritiene che fra gli attentatori ci sarebbero “due ex impiegati del locale licenziati”; stessa è l’ipotesi avanzata dal proprietario del locale (nonché sottosegretario alla Cultura) Essam Hamed Sous. L’ipotesi terroristica, pertanto, non è quella più accreditata dalle autorità che stanno indagando sull’attacco.

Il locale, ubicato in un sotterraneo con difficili vie di fuga, non ha lasciato scampo alle vittime, che sono morte bruciate o a causa dell’inalazione dei fumi. I militanti islamici hanno rivendicato una serie di attentati perpetrati negli ultimi due anni, ossia da quando è stato allontanato come conseguenza della Primavera Araba il presidente Mohamed Morsi, dei Fratelli Musulmani.