Abi: sofferenze banche in calo dal 2017

21 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Già nel 2016 i primi segnali dell’inversione del ciclo negativo per il settore bancario con il calo dello stock dei crediti deteriorati e il rapporto tra sofferenze e crediti totali invertirà dal 2017 il trend negativo per la prima volta dal 2008. A renderlo noto il rapporto Abi/Afo che stima le tendenze 2015-2017 dell’economia italiana soffermandosi in particolare sull’andamento della qualità del credito delle banche.

“A giugno del 2015 lo stock dei crediti deteriorati delle banche italiane era pari a 337 miliardi di euro, 10,8% in più di un anno prima e il 17,5% dei crediti totali concessi ai clienti. Già dal primo semestre del 2015 c’è stata tuttavia evidenza di un inversione del trend, con il tasso di decadimento dei nuovi crediti deteriorati in rapporto ai crediti in bonis al 3,8%, minimo dal terzo trimestre del 2008”

In merito al rapporto sofferenze/impieghi nel 2017 dovrebbe diminuire per la prima volta dal 2008 “ riportando la qualità dell’attivo sui livelli del 2014″ – si legge nel rapporto che stima un calo delle sofferenze bancarie lorde del 3,2% in un contesto di ritrovata crescita. Nel 2016 le sofferenze lorde sono viste ancora in crescita del 2,7%, ma in rallentamento sul 2015 stimato a + 10,6% e sul 2014 (+17,8%).