Nasdaq si ferma, possibile sia stata colpa di Apple

23 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Potrebbe essere stata la rottura al ribasso della soglia psicologica chiave di $500 dollari da parte dei titoli Apple ad aver causato il caos nei mercati Usa.

Ieri l’indice dei tecnologici del Nasdaq ha visto improvvisamente interrotte le contrattazioni, apparentemente senza spiegazioni di sorta.

Dando uno sguardo ai grafici del Nanex di quei turbolenti minuti, in realta’, si scopre che in effetti le attivita’ di trading che hanno visto coinvolto il titolo del colosso tecnologico.

Riscontrando serie difficolta’ a fare prezzo, l’indice composito e’ rimasto sospeso per ben tre ore.

Intanto stamattina, la Borsa di Shanghai e’ stata scossa da una serie di operazioni di trading ‘fat finger’, come vengono chiamate in inglese gli errori negli ordini.

Le attivita’ di scambio erronee hanno danneggiato la fiducia degli investitori nel mercato cinese e nel modo con cui le autorita’ di controllo effettuano la supervisione dell’indice.

In questo caso la responsabilita’ e’ da attribuire al broker China Everbright Securities, societa’ di controllo statale. Dalle sue piattaforme sono partiti ordini di acquisto sbagliati per una cifra superiore ai 23 miliardi di yuan.