Nasdaq 100: sei new entry nell’indice, c’è anche Airbnb

17 Dicembre 2021, di Mariangela Tessa

Cambi in vista per l’indice tecnologico Nasdaq-100. Per l’indice azionario delle maggiori 100 imprese tecnologiche del mercato borsistico NASDAQ, si avvicina il giorno della sua revisione annuale. L’appuntamento è fissato per lunedì 20 dicembre 2021.

Sei le società che verranno aggiunte all’indice:

  • Airbnb (ABNB): +12% da inizio anno, intorno ai 156 dollari (alla chiusura di ieri, 16 dicembre 2021);
  • Fortinet (FTNT): +122% da inizio anno, intorno ai 322 dollari (alla chiusura di ieri, 16 dicembre 2021);
  • Palo Alto Networks (PANW):- +50% da inizio anno, 523 dollari (alla chiusura di ieri, 16 dicembre 2021);
  • Lucid Group (LCID): +298% da inizio anno, 40 dollari (alla chiusura di ieri, 16 dicembre 2021);
  • Zscaler (ZS): +50% da inizio anno, 295 dollari (alla chiusura di ieri, 16 dicembre 2021);
  • Datadog (DDOG): +80% da inizio anno, 164 dollari (alla chiusura di ieri, 16 dicembre 2021).

A seguito della ricostituzione, le seguenti sei società saranno rimosse: CDW Corporation (CDW), Fox Corporation (FOXA/FOX), Cerner Corporation (CERN), Check Point Software Technologies (CHKP), Trip.com Group (TCOM), Incyte Corporation (INCY).

Che cosa è il Nasdaq-100

Il Nasdaq-100 è composto dalle 100 maggiori società quotate al mercato tecnologico americano del Nasdaq. Creato nel 1985, con una base iniziale pari a 250 e costituito da 100 azioni quotate, emesse da società non finanziarie ad elevata capitalizzazione.

L’indice viene ricostituito ogni anno a dicembre, in concomitanza con la quadrupla scadenza del venerdì del trimestre (il cosiddetto giorno delle quattro streghe).

Per essere incluse nel NASDAQ100 le azioni devono presentare i seguenti requisiti:

– volume medio minimo giornaliero di scambi pari a 100.000 azioni;
– quotazione presso il Nasdaq o un altro mercato da almeno due anni;
– possesso dei requisiti per costituire l’attività sottostante (underlying ) ad uno strumento derivato quotato.

Da inizio anno, l’indice Nasdaq 100 ha segnato un aumento del 25% circa e alla chiusura di ieri valeva 15.863,94.