Musk cambia idea: nessun delisting per Tesla, titolo giù

27 Agosto 2018, di Mariangela Tessa

Elon Musk cambia idea: non ci sarà nessun delisting per Tesla. La strada migliore per il futuro del gruppo è restare in Borsa. Lo ha annunciato l’amministratore delegato del colosso delle auto elettriche Elon Musk, dopo aver incontrato il consiglio di amministrazione. Il piano per uscire da Wall Street “sarebbe più difficile di quanto anticipato”.

“Dai commenti che ho ricevuto è chiaro che la maggior parte degli azionisti esistenti ritiene che sia meglio” che Tesla resti una società quotata, afferma Musk, sottolineando che “anche se la maggior parte degli azionisti ha affermato che sarebbero rimasti” nella società anche a fronte di un delisting, l’idea di fondo è stata: “Per favore, non farlo”.

Per Musk si tratta di una decisa inversione di rotta dopo aver scioccato solo poche settimana fa Wall Street con un tweet su un possibile delisting di Tesla a 420 dollari per azione.

Ricordiamo che le azioni di Tesla sono quotate presso la borsa di Wall Street dal 2010 e nel caso in cui si fosse ritirata dalla borsa sarebbe stata la più grande operazione di questo tipo nella storia di Wall Street.

Dal giorno dell’annuncio su Twitter di Musk le azioni di Tesla hanno perso circa il 20 per cento del loro valore (vedi grafico della reazione odierna al dietrofront dell’amministratore delegato).