Mps: aumento capitale, mossa disperata per evitare ingresso Stato

21 Maggio 2014, di Redazione Wall Street Italia

SIENA (WSI) – Completando l’aumento di capitale “nella prima parte del mese di luglio” e “pagando per cassa” 3 miliardi di Monti bond “eviteremo l’ingresso dello Stato nel capitale della banca”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Mps, Fabrizio Viola, nel corso dell’assemblea straordinaria a Siena.

“Quando l’aumento verrà deliberato -ha spiegato Viola – partirà l’iter tecnico, anche se non ci sono ancora date ufficiali fissate, che dipendono anche dalle autorità di vigilanza. L’idea -ha proseguito Viola- è di far partire aumento di capitale prima parte mese di giugno e di concluderlo prima parte del mese di luglio”.

“Col completamento dell’aumento di capitale -ha detto ancora Viola- attiveremo il rimborso di tre miliardi di Monti bond allo Stato, risparmiando sugli interessi, e per cassa. Eviteremo così l’ingresso dello Stato nel capitale della banca, completando -ha concluso Viola- un’operazione che cambierà di molto il profilo patrimoniale, finanziario e economico della banca”. (TMNEWS)