Monte Paschi: via libera Ue al salvataggio statale

17 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – La Commissione europea ha approvato temporaneamente, in base alle norme UE sugli aiuti di Stato, una ricapitalizzazione per 3,9 miliardi di euro del Monte dei Paschi di Siena, la terza banca italiana, per ragioni di stabilita’ finanziaria. La misura consentira’ alla banca di conformarsi alle raccomandazioni dell’Autorita’ bancaria europea (Eba).

L’approvazione – informa un comunicato – e’ subordinata alla presentazione di un piano di ristrutturazione entro i sei mesi successivi alla decisione odierna. MPS ricevera’ un apporto di capitali freschi sotto forma di strumenti ibridi di capitale che andranno a sostituire strumenti ibridi esistenti per un importo di 1,9 miliardi di euro sottoscritti dall’Italia nel 2009 a titolo del regime italiano di ricapitalizzazione.

Sale cosi’ al 9% il coefficiente di capitale di base di classe 1 di MPS e la banca potra’ in tal modo conformarsi a una raccomandazione dell’ABE che prevede una riserva supplementare temporanea per contrastare l’esposizione al rischio sovrano.

“La Commissione ritiene che la ricapitalizzazione di MPS mediante strumenti ibridi di capitale sia necessaria per preservare la stabilita’ del sistema finanziario italiano, in linea con la comunicazione della Commissione sulle norme in materia di aiuti di Stato alle banche nel contesto della crisi finanziaria”.

L’approvazione da parte della Commissione delle misure di sostegno e’ subordinata alla presentazione di un piano di ristrutturazione entro i sei mesi successivi alla data della decisione. (Asca)