Monsanto, no alimenti geneticamente modificati in Ue

18 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – A causa dell’assenza di prospettive commerciali, il gigante agroalimentare Monsanto ha annunciato che ritirerà tutte le domande pendenti di omologazione di nuove colture ogm nell’Unione europea, tra cui cinque qualità di mais, una di soja e una di barbabietola da zucchero.

“Ritireremo le richieste di approvazione nei prossimi mesi”, ha affermato il presidente e direttore generale della multinazionale americana per l’Europa, José Manuel Madero.

Secondo il responsabile, la decisione permetterà al gruppo di concentrarsi sul business delle sementi tradizionali in Europa, anche se tenterà di ottenere le autorizzazioni per importare in Ue le varietà ogm coltivate in Stati Uniti e Sudamerica.

L’azienda tuttavia ha dichiarato che non ritirerà la richiesta per rinnovare l’approvazione del mais Mon810 resistente agli insetti, l’unica semente ogm coltivata su scala commerciale in Europa, ma vietata in Italia, Francia e Germania. (TMNEWS)