BlackRock, monetizzare debito sarà via di fuga dalla prossima recessione Usa

19 Agosto 2019, di Alberto Battaglia

La recessione negli Stati Uniti sembra sempre più vicina e già da qualche tempo gli analisti si interrogano su cosa verrà fatto per moderarne gli effetti. BlackRock e Insight Investment (gruppo Bny Mellon) hanno elaborato due report che esplorano le possibili vie di fuga da una dolorosa crisi economica, arrivando a una conclusione analoga: le politiche fiscali e monetarie saranno “inevitabilmente” meno indipendenti l’una dall’altra.

Ovvero, si avvicina la prospettiva di un piano di stimoli economici pagati in deficit, finanziati con moneta di nuova emissione.
Questo scenario, già evocato recentemente dal noto hedge fund manager Ray Dalio, si renderebbe necessario in quanto le possibilità che gli stimoli solamente monetaria sarebbero sufficienti sono ridotte. Per quanto più ampio che in Europa e in Giappone, il livello dei tassi Fed al 2-2,25% non lascia molto spazio per ulteriori allentamenti.

“Abbiamo bisogno di una nuova serie di idee per aiutare a stabilizzare la prossima recessione quando essa si presenterà”, ha detto Gautam Khanna, senior portfolio manager di Insight Investment; fra i nuovi approcci suggeriti dalla investment firm non c’è solo la monetizzazione di nuovo deficit pubblico, ma anche la possibilità di stabilire obiettivi alternativi sull’inflazione in grado di tollerare livelli dei prezzi più alti del 2% per periodi limitati di tempo.

Secondo quanto si legge nel report “Dealing with the Next Downturn” di BlackRock, inoltre, la nuova fase di monetizzazione del deficit, dovrebbe accompagnarsi a una nuova cornice di regole che rassicuri gli investitori sul fatto che essa non possa essere usata in modo arbitrario, con conseguenti rischi di iperinflazione. Pertanto, dovrebbero essere precisamente definite le circostanze che richiedono l’utilizzo di tale provvedimento espansivo, obiettivi espliciti per l’inflazione e una chiara strategia di uscita.

“La risposta alla prossima recessione inevitabilmente offuschera le linee che attualmente dividono la politica monetaria da quella fiscale”, afferma il rapporto BlackRock, “senza chiarire e adeguare il quadro politico, la minaccia all’indipendenza della banca centrale e all’espansione fiscale incontrollata peggiorerà solo nella prossima recessione”.