MODA: CALVIN KLEIN PORTA I JEANS IN TRIBUNALE

31 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Lo stilista Calvin Klein ha citato in giudizio Warnaco Group (WAC), la societa’ che produce l’intimo e altre linee jeans firmate cK, e la sua presidente, Linda Wachner.

L’accusa e’ di violazione delle leggi sui marchi registrati e di rottura del patto di fiducia.

Warnaco avrebbe venduto enormi quantita’ di capi cK alle grandi strutture commerciali specializzate in svendite come Costo, Sam’s Club e BJ’s.

“Non possiamo rimanere con le mani in mano mentre il marchio viene rovinato e svenduto a prezzi stracciati”, ha detto Calvin Klein in un’intervista al Wall Street Journal.

Warnaco aveva preso parte alle trattative quando lo stilista aveva deciso di vendere la societa’ affidando l’incarico alla banca Freres Lazards; tra i possibili acquirenti anche Gruppo Finanziario Tessile, presieduto da Maurizio Romiti, e il concorrente Tommy Hilfingher.

I negoziati approdarono pero’ a un nulla di fatto.

Il titolo Warnaco ha chiuso ieri a $8,31 in rilazo dello 0,76%.