Mistero alla Borsa di Copenhagen

23 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

Mistero alla borsa di Copenhagen. Dall’inizio dell’anno, il titolo di una piccola società attiva nel settore immobiliare ha guadagnato ben +930%.

Il punto, segnala un articolo di Bloomberg, è che gli stessi vertici della società non conoscono il motivo di un interesse così massiccio sul titolo, al punto che, di fronte alla valanga di buy, sono stati costretti anche a frenare l’appetito degli investitori. Così l’amministratore delegato Rasmus Bundgaard:

“Il management di Victoria Properties vuole chiarire che non si è verificato alcun cambiamento nelle condizioni economiche di Victoria Properties, e che  nessun piano è stato annunciato in relazione alla strategia futura della società. L’equity della società è di circa zero corone”.

L’effetto dell’annuncio è durato tuttavia il tempo di qualche ora. Il titolo ha limitato i guadagni – che all’inizio della sessione odierna erano di ben +195% – ma alle 12.07 ora di Copenhagen era ancora in rialzo +118% a 22,90 corone.

Il titolo Victoria è sceso per sei anni consecutivi prima del 2017. Di conseguenza, anche con i rally di gennaio, rimane inferiore del 96% circa rispetto al massimo testato nel 2006, un anno prima dell’esplosione della bolla immobiliare in Danimarca.

Victioria Properties ha puntato diverse volte sul mercato immobiliare della Germania.