MILANO: LEGGERO RECUPERO ASPETTANDO WALL STREET

17 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari resta ferma in terreno negativo. Il Mibtel, alle 14,30 segna un calo del 3,30% a 29.165 punti. Il Mib 30 invece si porta a -3,26% a 42.883 punti.

Ovviamente lo sguardo è rivolto all’America – dicono gli operatori – ma non c’è panico, almeno fino ad ora. Il ribasso del mercato italiano, d’altronde è in linea con le performance delle altre piazze europee.

Secondo gli esperti è da escludere che i risultati delle elezioni regionali abbiano avuto alcun impatto sull’andamento della Borsa, legato unicamente agli umori degli investitori che ”non se la sentono di comprare – dice un dealer – nemmeno il buon debutto di T-Online”.

Neppure l’attesa di un discorso di D’Alema, anticipato dalla verde Francescato, ha dato scossoni all’indice.

Continuano in controtendenza , ”per un rialzo emotivo” dicono gli operatori, Mediobanca a +1,68%. Sale anche il titolo Eni a +1,96%.