MILANO GUADAGNA IL 2%. GIU’ ENI, ENEL E FIAT

11 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Sempre vivace la seduta di Piazza Affari, nonostante si accentui la flessione di alcuni dei titoli guida come Eni (-4,33%), Enel (-3,02%) o Fiat (-2,87%).

L’indice Mibtel mostra intorno alle 15.00 un rialzo del 2% (a quota 32.261) dopo il record storico stabilito a metà mattinata a 32.332 punti.

Forte liquidità su tutta la scuderia Telecom che guadagna il 5,97%. Le Tecnost volano a +6,72% e le Tim prendono +5,51%.

Intanto semaforo rosso per le Seat, che non riesce ancora ad aprire.

Ha preso a correre anche Mediaset (+4,63%), nel primo pomeriggio in Piazza Affari.

Il gruppo televisivo guidato da Fedele Confalonieri è stato indicato da ipotesi di mercato nella rosa dei possibili alleati di Telecom Italia a sua volta impegnata nella ricerca di contenuti editoriali per le attività Internet di Seat-Tin.it.

Stesse voci per Hdp (+13,29%, dopo una sospensione per eccesso di rialzo), la
finanziaria che controlla Rcs e il Corriere della Sera, nonostante il presidente del gruppo telefonico, Roberto Colaninno, abbia dichiarato ieri di non volersi impegnare nella gestione di
un quotidiano.