MILANO ARRETRA, MA SI MANTIENE POSITIVA

25 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla borsa valori di Milano artrivano segnali di nervosismo, ma gli investitori continuano a comprare.

Il Mibtel si mantiene ampiamente in campo positivo anche se in lento arretramento a +1,54% a 33.054 punti. Il Mib 30 guadagna l’1,6%.

Molti ttoli oggi hanno messo le ali ai piedi. In particolare i bancaritutti in blu.

La Bnl prende un +5,59%, la Popolare di Novara il 5,38%, la Banca Intesa il +3,62%, la B. Profilo il 2,5%. Balzo in avanti per la Banca Lombarda che ha annunciato oggi i suoi positivi conti del ’99. Il titolo guadagna il 7,74%. In crescita anche le San Paolo Imi a +3,14%.

Stesso discorso per gli editoriali tutti in corsa verso buoni guadagni. Class editori prende il 3,22%, Mediaset il 3,64%, Mondadori il 3,28% e Seat il 4,14%.

Tra i telefonici fanno corsa a se le azioni Tiscali a +5,22%, ma soprattutto le Olivetti Privilegiate che saltano a +24,37%. In positivo Tim a +2,96% e Telecom a +1,77%. Al palo le azioni Tecnost.

Tra gli industriali denaro sulle Fiat a +3,13%, Enel a +2,69%, Eni a +1,21%, Gemina a +4,32%.

Liquidità a volte eccessiva che costringe la Borsa a sospensioni per eccesso di rialzo, per il titolo Immsi a +17,91%. Corre sugli stessi livelli anche Finmatica a +16,37%.

Continua l’ottima giornata di Hdp a +7,16%.