Microsoft concede ferie illimitate ai dipendenti. Analisi tecnica sul titolo

13 Gennaio 2023, di Gianmarco Carriol

Microsoft ha annunciato una nuova politica di ferie illimitate, chiamata “Discretionary Time Off”, per i suoi dipendenti. La politica, che entrerà in vigore il 16 gennaio 2023, consentirà ai dipendenti di prendersi tutto il tempo di cui hanno bisogno, piuttosto che accumulare ferie da pagare.

Kathleen Hogan, chief people officer di Microsoft, ha spiegato che la decisione di implementare una politica di ferie illimitate si è basata sui cambiamenti che l’azienda ha subito durante la pandemia. L’azienda vuole abbinare una politica di ferie flessibile con le sue opzioni di lavoro flessibili.

“Come, quando e dove svolgiamo il nostro lavoro è cambiato radicalmente”, spiega Hogan nella nota interna. “E man mano che ci siamo trasformati, modernizzare la nostra politica per le ferie a un modello più flessibile è stato un passo successivo naturale”.

La politica di ferie illimitate rappresenta un allontanamento significativo dalle tradizionali politiche, che in genere offrono un numero fisso di giorni di ferie all’anno. Questa nuova politica, almeno in teoria, darà ai dipendenti Microsoft un maggiore controllo sul loro equilibrio tra lavoro e vita privata e consentirà loro di prendersi una pausa ogni volta che ne hanno bisogno.

Il criterio non si applica a tutti i dipendenti Microsoft, ma solo ai lavoratori dipendenti negli Stati Uniti. I lavoratori a ore e internazionali non saranno trasferiti alla nuova politica al momento del lancio. Negli ultimi due anni, i dipendenti Microsoft hanno potuto godere di altre agevolazioni: lo smart working permanente – per una quota inferiore al 50% della settimana lavorativa – e un bonus in denaro, del valore di 1.500 dollari, per affrontare la pandemia. I dipendenti Microsoft che hanno delle ferie arretrate, invece, riceveranno un compenso per i giorni liberi non usufruiti. Con la sua nuova politica di ferie illimitate, Microsoft si unisce così ad altre importanti società tecnologiche come Salesforce, LinkedIn, Oracle e Netflix.

Analisi tecnica del titolo Microsoft

Grafico Microsoft 4 ore - Tradingview

La notizia ha un po’ scosso il titolo Microsoft, che all’apertura di sessione alle 15:30 è crollato subito dell’1,20% per poi recuperare terreno. Al momento della redazione di questo articolo, il titolo sta perdendo lo 0,93%.

Nel medio termine continuano ad osservare una direzionalità ribassista, mentre nel breve termine se il livello di prezzo a 235,00 dovesse cedere allora vedremo facilmente il prezzo crollare verso il supporto in zona 230,00.