MERCATO PREMIA BLUE CHIP IN ATTESA DELLA FED

15 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata l’indice delle Blue Chip accentua i guadagni mentre tecnologico e societa’ a bassa capitalizzazione rimangono in rosso.

(verificare quotazioni indici aggiornate in TEMPO REALE in prima pagina)

Il dato economico sulla produzione industriale, cresciuta in aprile dello 0,9%, il piu’ forte incremento dal giugno 1998, e’ stato assorbito dai mercati senza particolari contraccolpi.

Alla vigilia della riunione della Federal Reserve che dovra’ decidere l’aumento dei tassi d’interesse, gli investitori sembrano orientati a puntare sulla sicurezza, scegliendo titoli di qualita’ fra le societa’ a larga capitalizzazione.

Un sondaggio condotto a Wall Street, indica che il 100% degli intervistati e’ sicuro che la Fed aumentera’ il costo del denaro. Il 20% e’ convinto che il rialzo sui tassi sara’ dello 0,25%, mentre l’80% crede in una stretta dello 0,5%.

Gli analisti sono tuttavia convinti che la borsa abbia gia’ scontato la correzione sui tassi e l’appuntamento di domani e’ atteso soprattutto per la relazione che i governatori della Banca Centrale Usa accompagneranno alla decisione sui tassi.

E’ proprio dalle valutazioni della Fed sullo stato dell’economia Usa infatti che si potranno tentare previsioni sul costo del denaro sul medio termine, ovvero se all’orizzonte vi sia una serie indefinita di strette progressive sui tassi.

L’avanzata dell’indice delle Blue Chip e’ stata sostenuta dalle grandi manovre di acquisizione in cui si sono lanciate societa’ del calibro di Philip Morris e International Paper.

Sui listini guadagnano tabacco, petroliferi, finanziari, cartario, chimico, farmaceutico e metalli.

Il tecnologico oggi si presenta particolarmente debole, nell’incertezza sui risultati trimestrale di Hewlett Pakard, attesi per oggi, subito dopo la chiusura dei mercati.

Segno meno anche per trasporti, auto, telecomunicazioni, biotecnologie, semiconduttori, personal computer e difesa.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata sulla borsa di New York:

Nel settore alimentare, Philip Morris Cos. (MO), la francese Groupe Danone ADS (DA) e il finanziere Carl Icahn hanno presentato oggi le rispettive offerte per l’acquisizione di Nabisco Holdings Corp (NGH) dando il via a una guerra che gli osservatori prevedono possa diventare durissima. Il titolo Nabisco segna a meta’ giornata un rialzo del 14,5%.(vedi articolo WSI delle 09:27)

Nel settore Internet, Terra Networks, la divisione Internet della spagnola Telefonica (TRRA), e’ in trattative per la fusione con Lycos (LCOS). L’operazione creerebbe un portale Internet globale con una capitalizzazione di mercato di $22 miliardi. Il titolo Lycos guadagna quasi il 11%.(vedi articolo WSI delle 09:48 di venerdi’ 12 maggio 2000)

Nel settore della carta, il consiglio di amministrazione di Champion International (CHA) ha deciso di accettare l’offerta di acquisto per $7,5 miliardi da parte di International Paper (IP) dopo che la rivale UPM-Kymmene (UPM) ha rinunciato a rilanciare. A meta’ giornata, Champion segna un rialzo vicino al 4%, mentre International Paper guadagna quasi l’8,5%.(vedi articolo WSI delle 09:32)

Nel settore informatico, IBM (IBM) perde l’1,5% dopo che EMC (EMC), la societa’ di servizi immagazzinamento dati che fa capo al colosso informatico, ha deciso di uscire dalle trattative per l’acquisto di $3 miliardi in dischi fissi da IBM.

Nel settore dei personal computer, Compaq (CPQ) perde l’1% in attesa del lancio, domani, del nuovo server Alpha.

Nel settore finanziario, Pioneer Group (PIOG) guadagna piu’ del 36% dopo che UniCredito Italiano (UNCFY) ha chiuso la trattativa per l’acquisizione della societa’ che si occupa della gestione di fondi d’investimento; il prezzo e’ stato fissato a $1,2 miliardi, pari a $43,5 per azione.(vedi articolo WSI delle 08:10)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):
(MO) Philip Morris Companies Inc. 15,841,400 26.500 +2.188 +9.00%;

(T) AT&T Corp. 7,363,400 38.750 invariato 0.00%;

(AOL) America Online, Inc. 6,120,600 57.375 +2.000 +3.61%;

(GE) General Electric Company 5,482,800 53.813 +1.563 +2.99%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 4,594,300 27.000 -0.125 -0.46%;

(PFE) Pfizer Inc 3,927,900 43.938 +0.875 +2.03%;

(CHA) Champion International Corporation 3,475,100 73.188 +2.688 +3.81%;

(RAD) Rite Aid Corporation 3,366,500 7.000 +0.813 +13.13%;

(NGH) Nabisco Group Holdings Corp. 3,332,000 22.625 +2.938 +14.92%;

(MOT) Motorola, Inc. 3,361,200 97.500 +1.813 +1.89%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):
(CSCO) Cisco Systems, Inc. 25,560,500 58.563 -1.375 -2.29%;

(DELL) Dell Computer Corporation 10,804,400 48.438 -1.438 -2.88%;

(ORCL) Oracle Corporation 10,701,800 74.188 invariato 0.00%;

(INTC) Intel Corporation 10,282,200 114.875 -0.125 -0.11%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 8,356,200 40.969 -0.281 -0.68%;

(ERICY) Telefonaktiebolaget LM Ericsson 7,565,200 19.625 +0.188 +0.96%;

(MSFT) Microsoft Corporation 7,440,500 68.500 -0.313 -0.45%;

(ATHM) Excite@Home 6,779,800 21.375 +2.063 +10.68%;

(LCOS) Lycos, Inc. 6,364,300 59.750 +5.625 +10.39%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 6,483,700 83.688 -2.313 -2.69%.