MERCATI USA: INTERVISTA A DREAMAN VALUE

16 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

David Dreaman, presidente di Dreaman Value Management, punta sui titoli value(*), o su quelli con bassi rapporti prezzo/utili, consigliando di diversificare. Dreaman predilige i titoli finanziari, i petroliferi e quelli del settore sanitario e farmaceutico.

Ecco quello che ha detto Dreaman in esclusiva a Wall Street Italia, in occasione dell’incontro degli analisti al New York Society Analysts, dove si e’ discusso sulle prospettive dei mercati:

Prospettive di mercato

Penso che l’investitore non dovrebbe sovrastimare la bolla tecnologica che abbiamo avuto. Sembra che il Nasdaq sia ancora molto sopravvalutato. Ci sono stati $5.000 miliardi di perdite, non solo sul Nasdaq, ma buona parte di queste provenivano dal settore tecnologico o dai titoli dot.com.

Questi numeri risaltano particolarmente se li confrontiamo con quelli del crollo del 1987, quando le perdite societarie furono di $1.000 miliardi. Queste perdite avranno un enorme effetto sulle decisioni future degli investitori. Molte persone sono entrate vicino ai massimi su titoli come Cisco o JDS Uniphase attraverso i fondi d’investimento integrativi per la pensione o attraverso i loro risparmi.

E’ improbabile che il Nasdaq offra opportunita’ di guadagno nel prossimo trimestre o anche agli inizi del nuovo anno. Noi adesso siamo su un territorio differente per le azioni. In media abbiamo un rapporto prezzo/utili di 12, escluse le azioni del Nasdaq, che e’ un valore basso. Fondamentalmente quando si toglie il Nasdaq, il marcato appare molto, molto conveniente. Penso che ci sia un buon potenziale di valore qui.

Raccomandazioni

Senza dubbio mi focalizzerei sui titoli value(*), o su quelli con bassi rapporti prezzo/utili, cercando di diversificare. Prediligo i finanziari, i petroliferi, sanitario e farmaceutico.

(*) = titoli di societa’ che operano in settori a tassi di crescita moderati, ma consolidati (industriali, farmaceutici, energetici, ecc.).

***************************
Wall Street Italia ha intervistato in esclusiva anche Richard Bernstein, chief quantitive strategist di Merrill Lynch, Ralph Acampora, Director of Technical Analysis presso Prudential Securities.