Società

MERCATI USA: IN ATTESA DI INDICAZIONI DA INTEL

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Intel (INTC – Nasdaq) ha in programma di dare un aggiornamento di meta’ trimestre dopo la chiusura delle contrattazioni di oggi.

L’incontro, pero’, potrebbe non portare buone notizie.

Il colosso dei semiconduttori aveva previsto all’inizio del trimestre un fatturato compreso tra $6,2 miliardi e $6,8 miliardi e gli analisti avevano previsto profitti di 10 centesimi per azione su un fatturato di $6,4 miliardi.

Negli ultimi due giorni, pero’, sia Lehman Brothers che Merrill Lynch hanno ridotto le stime di bilancio rispettivamente in base alla guerra dei prezzi che rischia di far perdere a Intel quote di mercato (attualmente l’80%) e alle deludenti vendite che hanno preceduto il rientro scolastico negli Stati Uniti.

Alcuni analisti, tra cui Doug Lee di Banc of America Securities, sono fiduciosi che Intel riesca a raggiungere le aspettative: “Nel breve termine il titolo e’ a livelli interessanti e nel medio termine dovrebbe salire al di sopra dei $30″ – ha commentato Lee, aggiungendo che il target a 12 mesi rimane a $35 – ma altri sono pessimisti”.

“Intel ridurra’ probabilmente la crescita al minimo delle previsioni”, ha commentato Charlie Glavin di Credit Suisse First Boston.

Le vendite globali di chip, del resto, sono scese a luglio del 37,2% rispetto all’anno scorso e del 6,1% dal mese precedente, ammontando a $10.86 miliardi.

Terry Ragsdale di Goldman Sachs considera questo il ciclo peggiore per i semiconduttori.

Intel – che chiudera’ il terzo trimestre a fine settembre – ha registrato l’anno scorso utili netti di $2,5 miliardi, pari a 36 centesimi per azione su un fatturato di $8,7 miliardi, ma ha chiuso l’ultimo trimestre con utili netti di $196 milioni o 3 centesimi per azione su un fatturato di $8,3 miliardi.

La scorsa settimana AMD (AMD – Nyse), il principale rivale di Intel ha annunciato che le vendite del terzo trimestre potrebbero scendere del 15% e Texas Instruments (TXN – Nyse) prevede un calo del 10%-15%.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
CHIP: MERRIL TAGLIA STIME DI BILANCIO PER INTEL