MERCATI: GESTORI FIDUCIOSI MA NON TROPPO

4 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

I gestori di fondi italiani non perdono la fiducia in un rialzo dei corsi azionari, ma si dimostrano meno ottimisti rispetto al mese scorso.
E’ questo quanto emerge dallo studio mensile condotto da Morningstar sulle attese dei money manager dei principali fondi italiani sull’andamento delle borse mondiali per i prossimi sei mesi.

Per il 66,7% di loro Piazza Affari nel prossimo semestre avrà un percorso rialzista. Il dato è in calo rispetto al 78,3% di ottimisti registrati da Morningstar solo 39 giorni fa.
La Borsa di Milano rimarrà stabile per il 19% del campione contro il precedente 17,4%. In netta crescita i pessimisti passati dal 4,4% al 14,3% dell’ultimo sondaggio. “Segno evidente – commentano a Morningstar – che, nel mese trascorso, la borsa ha già recuperato e si riducono i margini per un’ulteriore crescita”.

Per quanto riguarda i mercati statunitensi anche qui i dati presentano una piccola erosione della fiducia con il 76,2% che crede in un rialzo, il 9,5% in una stabilità e il 14,3% in un ribasso, contro rispettivamente il 78,3% di ottimisti del mese precedente e il 4,3% di pessimisti.

Stime molto piu’ positive sul trend giapponese dopo la nomina del nuovo primo ministro che ha ridato fiato ai mercati: il 91,5% dei gestori crede che il mercato resterà stabile o addirittura crescerà di qui a sei mesi.

Morningstar è la più importante società USA di rating e informazioni sui fondi di investimento che offre ai suoi clienti dati e valutazioni su 50.000 prodotti finanziari in 20 paesi. (Vedi anche Fondi: Morningstar sbarca in Italia)