MEDVEDEV: SERVE UNA RADICALE REVISIONE DEL SISTEMA FINANZIARIO

31 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

Per il presidente russo Dmitri Medvedev sono urgenti riforme delle istituzioni finanziarie internazionali, e non serve un mero aggiustamento, ma una radicale revisione. “L’attuale sistema internazionale ha dimostrato di essere inadeguato” ha detto il leader del Cremlino. “L’Fmi, la Banca mondiale erano soltanto parzialmente preparati per l’attuale crisi” ha aggiunto. Il presidente russo appoggia inoltre la proposta cinese di una valuta globale.


Il presidente russo Dmitri Medvedev propone l’istituzione di un’architettura moderna dei mercati valutari, fornendo “piu’ sistemi di riserva in valuta estera”. Medvedev ha parlato da Berlino in una conferenza stampa dopo i colloqui con il cancelliere tedesco Angela Merkel, che precedono il summit G20 a Londra. “L’attuale crisi ha esacerbato i problemi che esistono tra i vari mercati valutari, e ha dimostrato in ultima analisi – dice il leader del Cremlino – che anche una sorta di stabilizzazione” non e’ “una garanzia”. Almeno se il mondo non sara’ in grado di “sviluppare pacificamente nei prossimi decenni un’architettura moderna di rapporti di scambio, compresa la creazione di piu’ sistemi di riserva in valuta estera”.