MEDIASET: POCA PUBBLICITA’, TANTE VENDITE

14 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Gli editoriali sono pesantemente colpiti dalle vendite. In caduta libera troviamo Mediaset, Seat Pagine Gialle, ma anche Mondadori, con la sola eccezione di Mondadori risparmio che invece sono spinte verso l’alto dalle voci, peraltro smentite, di operazioni che potrebbero modificare i diritti o i benefici delle azioni di risparmio

Il ribasso trova una sua ragion d’essere non solo nel clima da venedì nero che interessa la borsa italiana e le altre europee, ma anche nel rapporto Nielsen sulla raccolta pubblicitaria, che affossa tutto il comparto.

Secondo Nielsen tra gennaio e aprile 2002 si è verificato un calo del 5% nella raccolta pubblicitaria.

Mediaset è colpita dalla notizia, anche se la televisione ha sofferto di meno rispetto agli altri comparti.

Ma sul titolo pesano anche le incognite relative a KirchMedia. Per l’unità editoriale del gruppo Kirch hanno presentato un’offerta Commerzbank, l’editore tedesco Waz e Columbia Tristar, controllata da Sony.

Wolfgang Hartmann, uno dei membri del consiglio di amministrazione di Commerzbank, ha dichiarato che l’accordo è aperto ad altri investitori, tra i quali Mediaset. Il gruppo italiano detiene il 2,28% di KirchMedia.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.