MEDIA: KIRCH CEDE A BERLUSCONI E MURDOCH

di Redazione Wall Street Italia
26 Marzo 2002 11:20

Il gruppo Kirch è con l’acqua alla gola. L’impero media del magnate tedesco è affossato dai debiti e, secondo il Financial Times, i suoi “colleghi” e azionisti, Murdoch, Al Whaleed e Berlusconi, insieme alla banca d’affari Usa Lehman Brothers sarebbero pronti a rilevare la società.

L’autorevole quotidiano finanziario scrive oggi che i gruppi in questione sarebbero disposti a firmare un accordo con le banche detentrici del debito (Bayerische Landesbank, Commerzbank, Deutsche Bank e Hypovereinsbank) per rilevarne il controllo e salvare il colosso dalla bancarotta.

L’operazione avverrebbe attraverso un maxi aumento di capitale da €800 milioni – €1 miliardo. Secondo alcune fonti vicine all’operazione, Mediaset e News Corporation rileverebbero il 60% di Kirch Media, tenendolo in portafoglio per un periodo di tre anni con tre opzioni: un possibile buy back dello stesso Kirch, lo scorporo della società e la successiva quotazione in Borsa oppure la cessione a un altro gruppo.

Mediaset comunicherà a mercati chiusi i dati di bilancio relativi all’esercizio 2001. Gli analisti prevedono un utile netto 2001 compreso tra €351 milioni e €361 milioni, in calo rispetto ai €432 milioni del 2000, con un dividendo tra gli €0,19 e gli €0,20.

Sul mercato c’è scetticismo sulla possibile operazione. I motivi sono diversi: manca una strategia precisa, la raccolta pubblicitaria è stimata debole nel primo semestre dell’anno, l’accordo porterebbe un forte conflitto d’interesse per l’attuale Presidente del Consiglio italiano, Berlusconi.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.