Matteo Achilli fondatore di Egomnia, è lui lo Zuckerberg italiano

24 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Un simbolo di speranza per il futuro dei giovani italiani, e la prova che anche in Italia i veri talenti possono essere riconosciuti. Lui si chiama Matteo Achilli, frequenta il primo anno dell’Università Bocconi, è originario di Roma, e ha creato un nuovo social network, battezzato “Egomnia”. Si tratta di un vero e proprio sito di social networking, creato per cercare lavoro, e per mettere in contatto i laureati italiani con le aziende.

In quello che sara’ il suo ultimo numero in edicola, Panorama Economy gli ha dedicato la copertina, definendolo the Italian Zuckerberg, ovvero lo Zuckerberg italiano. Venti anni appena, Matteo è la dimostrazione di come anche in un paese che in questo momento non vede la luce in fondo al tunnel, prostrato dalla crisi economica e dai debiti, i giovani possono ambire a diventare la versione made in Italy del piccolo genio, ora 28enne, che nelle stanze del residence di Harvard ha creato il noto sito di successo Facebook.

“Un’amica mi ha dato la lista delle migliori università del mondo, e mi sono chiesto: perché non classificare anche chi cerca lavoro?”, ha detto di recente Matteo, spiegando com’è nata l’idea di Egomnia.

L’iscrizione al sito è semplice: basta inserire i propri dati personali, dunque nome e cognome, più indirizzo email e password. Entrati nel sito dopo aver ricevuto una mail di notifica, si può tranquillamente inserire il proprio curriculun. Gli ultimi dati parlano di un’adesione superiore ai 30.000 utenti.