MATRICOLE 2000: CHI GUADAGNA E CHI PERDE

30 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il 2000 non è stato certo generoso con le matricole che hanno debuttatto a Piazza Affari quanto lo era stato il ’99.

La maggior parte delle Ipo non hanno avuto la vita facile, soprattutto quelle del Nuovo Mercato che più ha sofferto delle oscillazioni dei listini.

Rispetto al prezzo del primo giorno di contrattazione solo alcuni titoli sono riusciti ad imitare le performance delle società che hanno debuttato nel 1999.

Tra queste troviamo I.net a +70,34% e Tas a +144,31%.

Ma si tratta di casi molto isolati. Sempre al Nuovo Mercato infatti le percentuali ci indicano situazioni ben diverse.

Freedomland rispetto al prezzo di collocamento ha perso il 50,68%, Cdb Web Tech il 44,60%.

Meno peggio è andata per le ultime matricole arrivate sul mercato. Euphon -8,43%, Cdc -11,71%, Art’è -6,51% e la recente Onbanca -1,86%.

Un pò meglio è andata invece per le matricole del listino ufficiale.

Aeroporti Firenze, per esempio, nonostante venerdì abbia perso il 25% a 19 euro, aveva raggiunto quotazione 32 euro.

Anche Cantieri Ferretti sono in guadagno del 33,67% dal collocamento. Più modesta l’attività del titolo della società calcistica della Roma ferma ad un +0,58%.

Per Caltagirone Editore invece c’e’ tutta l’incertezza del mercato con l’azione in calo del 13,75% dal debutto.

Piatto l’andamento del titolo della moda Mariella Burani in calo solo dell’1,89%.

I sei debutti della settimana entrante ci diranno qualcosa in più per le società alla ricerca del consenso del Mercato.