Materiale del futuro: meno energia per performance 100 volte migliore

21 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Non solo grafene, silicene e nanotubi. Scoperto un nuovo materiale per la tecnologia del futuro, con la quale creare video-ologrammi alla Minority Report e memorie cento volte piu’ efficienti, nonche’ scoprire come funzionano i neuroni del cervello. Si chiama memoria RAM “resistive” e fa uso di materiali in grado di cambiare la resistenza elettrica, migliorando le capacita’ di 100 volte e riducendo i consumi di 1000 volte.

Associando le informazioni alla resistenza di un sottile film di materiale commutabile elettricamente, la ReRAM permette di avere performance 100 volte migliori delle tradizionali schede RAM. Il tutto utilizzando soltanto un millesimo dell’energia che invece viene consumata negli altri casi tradizionali.

La scoperta e’ di un team di ricercatori di UCL, a Londra. Grazie all’utilizzo dei filamenti di ossido di silicio, si legge nel report pubblicato nella rivista di fisica applicata Journal of Applied Physics Paper, la ReRam riesce a ricordarsi di caricarsi anche quando e’ spenta. E’ 100 volte piu’ veloce delle tradizionali memorie NAND e sara’ meno cara da fabbricare.

Secondo il report della ricerca, il materiale puo’ essere utilizzato anche nei computer. Il nuovo ossido puo’ essere programmato per avere un ciclo continuo tra due stati. Il che offre una flessibilita’ fuori dal comune per eventuali applicazioni future. Il team di ricercatori ha anche cercato di usare il materiale nella sua forma trasparente, per l’applicazione di nuove prodotti, come i video-ologrammi di Minority Report, e in futuro potrebbe essere utilizzato per capire come funzionano i neuroni del cervello.

E’ un notevole passo in avanti nella tecnologia informatica che potremmo usare nella vita di tutti i giorni in futuro.