Marchionne non esclude nulla: accordo GM o Ford “tecnicamente fattibile”

13 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Una combinazione con GM o Ford è “tecnicamente fattibile”. E’ quanto ha dichiarato ai giornalisti Sergio Marchionne, numero uno di FCA, parlando dal salone dell’auto di Ginevra.

“Non abbiamo nessuna restrizione – ha detto a Bloomberg News, precisando che la condizione perchè si realizzi qualsiasi tipo di accorto è “risparmiare l’ammontare di capitale più alto” possibile, nello sviluppo di nuovi veicoli.

I commenti riflettono la sua opinione secondo cui grandi fusioni nel mercato dell’auto sono possibili in quasi qualsiasi momento. Per anni, l’ad di FCA ha avvertito che, in futuro, sopravviveranno solo i colossi automobilistici di maggior dimensione.

Marchionne ha parlato anche di Ferrari, affermando alla vigilia, prima della chiusura dei mercati, che “vale più di 7 miliardi”.

“Per Ferrari mi aspetto un valore ben oltre 7 miliardi, non ci faccio niente con 7 miliardi”, ha precisato, aggiungendo che “non abbiamo ancora deciso se quotare più del 10%”. Il numero uno di FCA non esclude inoltre una emissione obbligazionaria da parte dell’azienda:”Non lo so, Ferrari ha un miliardo netto di debito”.

Sulla possibilità di avere un eventuale partner: “I risultati di quello che stiamo facendo li vedremo dopo il rilancio dell’Alfa Romeo, ma avere come alleato un player puramente europeo non è una soluzione ideale. Bisogna far fronte al problema delle spese elevate, la domanda che dobbiamo porci è come riuscire a contenere il consumo di capitale”.

Infine, sui risultati: “Il primo trimestre del 2015 è in linea con quello che ci aspettavamo. Mancano due settimane ancora importanti”, sottolineando che “in Brasile il mercato è sceso, è un problema per tutti, ci stiamo adattando”. (Lna)

Fonte: Fiat Chrysler CEO hints at ‘feasible’ deal with GM, Ford