Manovra: rottura tra Berlusconi e le Regioni, salta l’accordo

9 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Terminata con un nulla di fatto la riunione a Palazzo Chigi con i governatori Errani, Formigoni, Zaia, Iorio, Polverini e Vendola. Errani: ”Incontro molto negativo: respinte le nostre proposte, siamo preoccupati”. Ora l’incontro con province, comuni e comunità montaneE’ in corso a Palazzo Chigi l’incontro sulla manovra tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e i rappresentanti delle Regioni.

Il vertice era stato chiesto dai rappresentanti degli Enti locali contro i tagli previsti. Il governo conferma la propria disponibilità al confronto anche se ribadisce che “i saldi della manovra erano, sono e saranno intangibili”.

Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ha assicurato un confronto “con spirito costruttivo”: “Illustreremo le nostre buone ragioni – ha spiegato Errani – nella convinzione che non potranno che essere comprese in quanto oggettive e che quindi possa essere possibile una necessaria sintesi nella distribuzione dei pesi e dei tagli previsti”.