MACRO & MERCATI: ACCUMULO DI EURO PRE-BCE

5 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Finance Banca Mobiliare S.p.A. ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come
definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
In area Euro oggi sono attese le vendite al dettaglio di aprile, che ci forniranno indicazioni sui consumi del trimestre in corso. Attesi anche i dati sul Pmi servizi, che dovrebbe continuare a rimanere sopra la soglia dei 50. Negli Usa oggi il dato macro più importante sarà costituito dall’Ism non manifatturiero che fornirà un’indicazione importante sull’andamento del settore servizi. Da seguire anche i discorsi congiunti di Bernanke, Trichet e Fukui durante la conferenza in Sud Africa, ed il discorso di Paulson sulle relazioni diplomatiche con la Cina.

Tassi di Interesse: in area Euro i tassi di mercato sono rimasti pressoché stabili in una giornata scarna di dati macro. Tale andamento potrebbe continuare anche nella giornata odierna a meno di dati sulle vendite al dettaglio e dati statunitensi particolarmente deludenti. Gli operatori resteranno infatti in attesa della riunione della Bce di domani.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Negli Usa si è assistito ad un calo dei tassi di mercato in gran parte dovuto alla debolezza delle borse che ha comportato flussi di acquisto di bond. Il ribasso dei rendimenti è stato più marcato sul tratto decennale della curva, comportando un aumento della pendenza negativa del tratto 2-10 anni da –1 a –3pb. Per la sessione odierna, l’andamento dell’obbligazionario continuerà ad essere influenzato da quello dell’azionario. Anche il dato sull’Ism servizi del pomeriggio, qualora lontano dal consensus, potrebbe generare volatilità. Sul tratto decennale oggi i livelli di resistenza si collocano al 4,96% e 5%, il supporto a 4,90%.

Valute: ieri l’Euro si è apprezzato verso Dollaro. Probabilmente gli operatori accumulano la moneta unica in vista della riunione della Bce di domani. Per oggi il cross resta sensibile ai dati sull’Ism servizi del pomeriggio ed alle dichiarazioni dei principali banchieri centrali durante la conferenza in Sud Africa. I livelli di resistenza si collocano a 1,3520 e 1,3550, mentre i supporti a 1,3480 e 1,3455. L’Euro si è apprezzato anche verso lo Yen, con il cross che questa mattina ha messo a segno un nuovo record toccando 164,60. A favorire la moneta unica, l’atteso allargamento del differenziale tassi tra il Giappone e l’area Euro a favore di quest’ultima. Lo Yen invece è rimasto stabile verso Dollaro, con il cross che continua a rimanere sotto l’importante resistenza a 122,20.

Materie Prime: in rialzo il prezzo del greggio Wti su voci di possibili scioperi in Nigeria e segnali di domanda in crescita, come indicato ieri dal Dipartimento dell’Energia Usa. Positivi anche le altre materie legate all’energia come il gas naturale (+4%) ed il gasolio da riscaldamento (+2,2%). Buoni rialzi tra i metalli industriali con il rame che ha guadagnato il 2,5% grazie al proseguimento del calo delle scorte al Lme. Stabili i preziosi, mentre tra le ‘soft’ ancora in calo lo zucchero (-3,5%) su timori legati al surplus di produzione nel 2007. Male anche il caffè (-1,8%).

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved