Luigi Gubitosi e TIM per l’innovazione alla Digithon 2021

22 Ottobre 2021, di Redazione

Luigi Gubitosi per TIM alla Digithon 2021: “Se avete una buona idea non siate timidi”

 

Luigi Gubitosi, amministratore delegato di TIM, conferma l’impegno del Gruppo nell’innovazione digitale con il supporto alla Digithon 2021, la maratona che consente alle startup di presentare il proprio progetto a grandi investitori nazionali e internazionali. In particolare, Luigi Gubitosi invita i futuri vincitori a confrontarsi con TIM sulle loro idee digitali: “Se hai creato un’ottima app ma nessuno lo sa allora hai un problema. Su questo noi li aiuteremo volentieri. E quindi mi permetto di fare un po’ di pubblicità con gli startupper che vinceranno questa gara: ‘ragazzi fatevi sentire, vediamo se riusciamo a fare qualcosa insieme’”.

 

Luigi Gubitosi ha incoraggiato inoltre tutti gli startupper della Digithon 2021 a perseverare nell’impegno per far conoscere i loro progetti innovativi: “Se avete una buona idea non siate timidi, portatela avanti, spingetela, e insistete perchè vi ricevano e perchè qualcuno possa fare il funding alla giusta idea. Io credo che in un mondo che cambia è possibile sviluppare delle buone idee ma per metterle in pratica serve disciplina, molta perseveranza e acume commerciale”.

 

Luigi Gubitosi su TIM e l’impegno per la digitalizzazione dell’Italia

 

Continua il progetto del Gruppo TIM per la digitalizzazione del Paese, come sottolinea Luigi Gubitosi definendo TIM “un’azienda sempre più convergente”. “Mi piace pensare che Tim c’è sulla digitalizzazione” – dichiara Gubitosi alla Digithon 2021 – “Tim è la più grande azienda digitale d’Italia, opera nel cloud, nella connettività, nella cybersecurity, in tutte le tecnologie legate al mondo del web”.

 

Luigi Gubitosi conferma infatti il ruolo di TIM nella sfida digitale per la crescita economica e tecnologica dell’Italia, dichiarando: “intendiamo esserci in un momento in cui il digitale con il Pnrr è considerato fondamentale dal governo per fare crescere l’Italia, per far sì che questo periodo di crescita non si fermi all’esaurimento del fondi del Pnrr ma si crei un volano di investimenti privati che duri negli anni”.

 

 

Luigi Gubitosi sulla strategia TIM per una crescita tecnologica e innovativa

Luigi Gubitosi definisce il gruppo TIM “sia un incumbent, sia una startup” in una recente intervista al “Il Messaggero”, sottolineando il profondo piano di trasformazione avviato nell’azienda guidata dall’amministratore delegato. “Stiamo trasformando una società di telecomunicazioni in una società Tmt (Technology media e telecom). – spiega Gubitosi – In tutto il mondo si parla da 20 anni di una convergenza in divenire. Da noi sta avvenendo ora”.

 

All’interno della strategia TIM, la tecnologia cloud gioca un ruolo fondamentale, con Luigi Gubitosi che ha sottolineato come il cloud “sarà uno degli elementi portanti del suo sviluppo nei prossimi anni: l’alleanza con Google e lo scambio fruttuoso con gli altri grandi provider sta facendo di TIM un centro di competenze unico nel paese e tra i primi in Europa, oltre a rappresentare un valore economico in costante espansione, visti gli ultimi multipli del settore”.

 

Luigi Gubitosi si esprime infine positivamente sul titolo di TIM, sostenendo come il valore di TIM sia “superiore” rispetto alla valutazione di Borsa, nella sua declinazione di “valore intrinseco”, figlio delle diverse attività e delle positive ricadute sul territorio generate dall’azienda di Corso d’Italia. Ottimi inoltre i rapporti con gli azionisti di TIM, con Luigi Gubitosi che ha recentemente dichiarato come i rapporti con Vivendi e CDP “sono eccellenti. Vivendi è un investitore industriale con un’ottica di lungo termine e in quanto tale sta dando stabilità alla società”, confermando inoltre come il dialogo con CDP prosegua al meglio, “Il dialogo costante e l’offerta per il Psn è un chiaro esempio di come si stia lavorando bene insieme”.