LOTTA SENZA QUARTIERE TRA ESPRESSO E BERLUSCONI

24 Giugno 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il Gruppo Editoriale L’Espresso ha dato mandato a Carlo Federico Grosso e Guido Rossi perché valutino eventuali azioni civili e penali a tutela della società dopo le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che nelle scorse settimane ha parlato di un progetto eversivo nei suoi confronti.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

I legali valuteranno azioni civili in materia di violazione delle norme sulla concorrenza e penali sotto il profilo di possibili abusi e della lesione dell’immagine del gruppo editoriale, si legge in una nota. Secondo L’Espresso, parlando all’Assemblea dei Giovani Industriali a Santa Margherita Ligure, Berlusconi avrebbe invitato gli industriali a boicottare e interrompere gli investimenti pubblicitari, accusando specificamente La Repubblica di attacco eversivo. In Liguria Berlusconi ha parlato di “una campagna di scandalo” e di “un progetto eversivo” per sostituire un presidente scelto democraticamente con qualcuno non eletto.