Lo scandalo degli schiavi ai Mondiali in Qatar

26 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

Si abbatte un vero e proprio scandalo sui Mondiali di calcio in Qatar. Secondo quanto riporta un servizio realizzato dal quotidiano inglese The Guardian, la macchina organizzativa qatariota avrebbe sfruttato in estate le prestazioni lavorative di immigrati nepalesi nella costruzione degli stadi.

Condizioni disumane per gli operai, lasciati senz’acqua in pieno deserto, col passaporto confiscato e lo stipendio trattenuto nel timore di fughe dal Paese.

Insomma: un vero e proprio stato di schiavitù che avrebbe condotto anche alla morte diversi operai. Sarebbero 44 gli uomini morti tra il 4 e l’8 agosto per problemi cardiaci e infortuni sul lavoro: le stime sono dell’ambasciata nepalese a Doha.

Il Comitato organizzativo del Mondiale ha commentato le accuse dicendo di essere “profondamente preoccupato”, e dichiarando di aver già avviato delle indagini in merito.
(TMNews)