Legge di bilancio 2021: dal superbonus alla cig per le partite Iva

21 Dicembre 2020, di Alessandra Caparello

Dalle proroghe dei bonus casa agli ecoincentivi auto al congedo di paternità: sono molte le misure contenute nella nuova Legge di Bilancio 2021, l’ex Finanziaria che domani approda in Aula per ottenere il primo via libera.

Legge di bilancio: le novità per la casa

Partendo dal capitolo casa, tra gli emendamenti approvati trova spazio la proroga fino a giugno 2022 del superbonus al 110% con la possibilità di avere sei mesi di tempo in più per finire i lavori, quindi a fino a dicembre 2022.
In particolare i condomini che a giugno 2022 hanno fatto il 60% dei lavori possono concludere entro il 31 dicembre 2022. Le unifamiliari e quelle con accesso autonomo devono chiudere i lavori a giugno 2022 mentre gli Iacp (case popolari) che a dicembre 2022 hanno completato il secondo stato di avanzamento dei lavori possono concludere entro giugno 2023.

Via libera anche alle proroghe degli attuali bonus per la casa, dalla detrazione al 50% per la ristrutturazione all’ecobonus al 50-65%. Novità per il bonus mobili, l’agevolazione per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici il cui tetto di spesa sale da 10mila a 16 mila euro.

Grande novità il bonus bagno per il risparmio idrico, un bonus di mille euro, da utilizzare entro il 31 dicembre 2021, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

Il capitolo fisco

Tornano gli ecoincentivi auto, un bonus di ulteriori 2mila euro per i veicoli elettrici e ibridi, un bonus da 1500 euro per gli euro 6 di ultima generazione e viene esteso anche il congedo di paternità obbligatorio e facoltativo ai casi di morte perinatale.

In tema tasse, viene introdotta una stretta sulla tassazione di sigarette elettroniche e tabacco riscaldato. Tasse dimezzate invece per 7 anni per chi apre una nuova attività nelle zone economiche speciali, le Zes. Nuovo rinvio della sugar tax, la tassa sulle bevande zuccherate che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2022.

La manovra prevede poi esenzioni al pagamento dell’Iva sull’acquisto di beni e servizi da parte delle attività no profit.

Indennità per le partite Iva

Grande novità è la cig per i lavoratori autonomi: la misura si chiama Iscro, Indennità di continuità reddituale e operativa, e prevede un assegno tra minimo 250 e massimo 800 euro al mese per 6 mesi per chi abbia subito perdite del 50% rispetto ai tre anni precedenti e abbia dichiarato un reddito non superiore a 8.145 euro. A richiederlo le partite Iva aperte da almeno 4 anni.