Lega pronta a tornare all’ovile e allearsi con Forza Italia

5 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

Il centro sinistra incomincia ad avere paura. La Lega Nord ha annunciato che vuole stringere un’alleanza con Forza Italia, ricreando il cuore della coalizione che ha governato l’Italia prima che l’accelerare della crisi del debito non spingesse il premier Silvio Berlusconi a lasciare l’incarico nel novembre del 2011.

A giudicare dai sondaggi – la scissione del PdL ha fatto incrementare i consensi per le due forze risultanti (al 7,9% il Nuovo Centrodestra e oltre il 20% Forza Italia) – i due partiti insieme hanno i numeri per potere vincere le elezioni l’anno prossimo. In particolare se faranno una campagna elettorale all’insegna del nazionalismo e l’anti europeismo che tano successo ha avuto anche in altri paesi dell’area euro come Francia, Olanda e Austria.

Ci vorranno però nuove facce e leader giovani, con il sempre verde Berlusconi a lanciare video messaggi propagandistici ad effetto da casa, dove è costretto a rimanere per la condanna di un anno ai domiciliari per frode fiscale.

L’annuncio è arrivato dal vicepresidente del Carroccio al Senato Roberto Calderoli, che ha così aperto al pregiudicato Berlusconi i cui esecutivi hanno governato negli ultimi 17 anni su 20.

“Verificheremo un programma di governo che metta i puntini sulle i rispetto al federalismo e alla voglia di autonomia del Nord” e “in quel caso ci alleeremo con Forza Italia. E visto come stanno andando le cose probabilmente vinceremo anche” le elezioni, ha preannunciato Calderoli, a due giorni dalle primarie della Lega che sceglieranno fra Umbeto Bossi e Matteo Salvini chi sarà il nuovo segretario del Carroccio, al posto di Roberto Maroni.

“Ora è Forza Italia ad essere passata all’opposizione mentre noi – ha sottolineato fra l’altro Calderoli, parlando ad “Agorà” su Raitre – all’opposizione dei governi di larghe intese ci siamo sempre stati: prima a quello di Monti, ora a quello di Letta”.