Le qualità indispensabili per essere un buon leader

19 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Boris Groysberg, professore di business administration alla Harvard Business School, ha cercato di spiegare quali sono le qualità che vengono ricercate di più in un buon leader e che permettono di guidare con successo un’azienda.

Riportate dall’Harvard Business Review, secondo il professore dipendono principalmente dal tipo di leadership che serve all’azienda.

Se una società ha subito problemi con l’etica, allora si ha bisogno di un leader etico, se una società ha bisogno di essere salvata dalla rovina finanziaria, è necessario un leader “visionario”.

In tutti i casi, è importante disporre della capacità di pensare strategicamente in un contesto di business globale. Groysberg scrive che “il pensiero strategico corrisponde all’abilità di concretizzare una visione”. E’ questa la prima caratteristica che fa la differenza tra un vero leader e un semplice capo: tradurre nei fatti la strategia che si ha in mente di adottare.

Groysberg rileva poi come le competenze tecnologiche siano l’altra competenza più richiesta: “Un dirigente ha sempre bisogno di capire come la tecnologia influenza l’organizzazione e capire il modo in cui sfruttarla”.

Infine è fondamentale l’abilità nel svolgere le mansioni, costruendo al contempo solide relazioni con i dipendenti. Un leader deve essere continuamente capace di multitasking, resistere allo stress e lavorare in team cercando, anche se è dura, di avere sempre un bel sorriso stampato in faccia.