Lavorare in un’azienda “green”, priorità per i millennial

6 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

L’attenzione per l’ambiente diventa sempre più centrale nelle scelte professionali dei millennial. A tal punto che, secondo una ricerca pubblicata sul sito dell’emittente CNBC,  ben l’86%, in pratica 9 su 10 dei nati tra il 1981 e il 1996, si ridurrebbe lo stipendio pur di far parte di un’azienda rispettosa dell’ambiente e che applichi concrete politiche di responsabilità sociale d’impresa (Corporate social responsibility – CSR). È quanto emerge da uno studio condotto dal gruppo Sodexo.

Conferme sulla sempre maggiore attenzione che la salute del pianeta riveste per i millennial è emersa da una ricerca di GreenBiz, che ha evidenziato come 2 giovani su 3 non lavorerebbero per un’azienda che non abbia un forte impegno in campo ambientale e l’85% vorrebbe avere l’opportunità di farsi promotori del raggiungimento di obbiettivi legati alla CSR.

Ma quali sono i consigli degli esperti per agire in maniera più responsabile, attrarre i migliori talenti e trasformare i propri collaboratori in vettori di cambiamento?

I consigli degli esperti per attrarre talenti

Le aziende, secondo quanto emerge da uno studio condotto dal Gruppo Sodexo sui Work Place Trend,  dovrebbero integrare più a fondo la responsabilità sociale d’impresa in tutte le funzioni organizzative coinvolgendo in prima linea i dipendenti nelle politiche di sostenibilità ambientale e recuperando in questo modo la loro fiducia.

“Al giorno d’oggi, per eccellere, le organizzazioni devono prestare attenzione non solo agli aspetti economici della propria attività ma devono farsi promotrici del cambiamento nei confronti di problemi sociali e ambientali, posizionando i collaboratori in prima linea – afferma Stefano Biaggi, Amministratore Delegato di Sodexo Italia, leader mondiale nei Servizi di Qualità della Vita – Per questo motivo continueremo a monitorare i nostri progressi in termini di responsabilità sociale con il nostro programma Better Tomorrow 2025, contribuendo alla creazione di un domani migliore per le persone, le comunità e l’ambiente”.

Ma la strada da fare verso una reale sensibilizzazione delle tematiche ambientali in azienda è ancora lunga. Secondo un’indagine pubblicata sul Guardian, il 63% dei lavoratori ritiene gli amministratori delegati poco credibili e poco attenti in relazione tematica ambientale. Ridefinire il significato di azienda socialmente responsabile e creare un solido capitale umano consapevole permetterebbe ai collaboratore di diventare reali agenti del cambiamento sociale, economico e ambientale.