LA SEC CONTRO UN ITALIANO, PROFITTI ILLECITI CON DRS

16 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

La Sec, la Consob americana, accusa l’ingegnere meccanico italiano Christian De Colli di aver tratto profitti illegali per 2,1 milioni di dollari approfittando delle informazioni confidenziali in suo possesso relative all’operazione Finmeccanica- Drs Technologies. La Sec, si legge in una nota, ha avviato un’azione legale civile nei confronti di De Colli, ottenendo il congelamento dei “profitti illeciti” dell’italiano.

“Mentre era in possesso di materiale e di informazioni non pubbliche riguardanti le trattative di fusione fra Drs e Finmeccanica, De Colli – afferma la Sec – ha acquistato azioni e opzioni call di Drs per poi liquidarle e trarre un profitto illecito pari a cinque volte l’investimento iniziale una volta che l’operaizone era stata chiusa”.