LA PECORA CHE VALE COME UNA FERRARI

29 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Vi siete mai domandati quando possa costare una pecora? Di certo non è uno degli interrogativi che non vi fanno dormire la notte. Nonostante ciò, questi animali vengono pagati a peso d’oro in Scozia. Una pecora è andata all’asta per l’equivalente di 260.000 euro.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

FERTILITA’ A PESO D’ORO – Si chiama «Deveronvale Perfection» ed è già stata definita la pecora più cara al mondo. Ha otto mesi e in un’asta a Lanark, in Scozia, è stata battuta per 231 mila sterline. Il montone d’allevamento servirà soprattutto per la riproduzione. E’ così che il nuovo proprietario, Jimmy Douglas – un contadino della zona -, intende ripagarsi. Il motivo di tale esorbitante cifra è stato prima di tutto la costituzione robusta dell’animale, come riporta con certa enfasi la stampa inglese. A fregarsi le mani è innanzitutto l’ex proprietario, Graham Morrison: «Mai avrei pensato di raggiungere questo incredibile prezzo di vendita», ha detto al portale della Bbc.

IL PRECEDENTE – La pecora che fino ad oggi poteva vantarsi del titolo di «più cara del mondo» è morta in Gran Bretagna recentemente. Il montone «Tophill Joe», questo il suo nome, non solo era carissimo, ma pure molto fertile: complessivamente ha generato più di 1000 agnelli – in modo naturale e in laboratorio -, che avevano un valore totale che si aggirava sul milione di euro. «Tophill Joe» era stata acquistata sei anni fa da un consorzio agrario per circa 150 000 Euro.

Copyright © Corriere della Sera. All rights reserved