LA CORSA
DEL DENARO

13 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Il costo del denaro sta per salire ovunque. In Europa la Bce si è appena riunita e ha deciso che, per ora, i tassi di interesse rimangono fermi al 3,75 per cento. Ma ha avvertito che si notano preoccupanti spinte inflazionistiche e che quindi sarà inevitabile andare verso aumenti del costo del denaro.

Il primo aumento, che porterà i tassi di interesse al 4 per cento, dovrebbe avvenire a giugno. Non è da escludere, però, l´arrivo di altri due aumenti (entrambi da 25 basis point) entro la fine dell´anno, quando il denaro costerà il 4,50 per cento. Negli Stati Uniti, dove molti si aspettavano immediati ribassi dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve, l´aria è cambiata di colpo.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

La banca centrale ha spiegato infatti che (come in Europa) ci sono in giro preoccupanti spinte inflazionistiche e che quindi il costo del denaro non potrà scendere. Anzi, non si può nemmeno escludere che sia destinato a aumentare, proprio per contrastare la crescita dell´inflazione. Insomma, denaro più caro (a breve) al di qua e al di là dell´Atlantico.

Copyright © La Repubblica per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved