La connessione super veloce senza fili è qui

24 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – È stato salutato da molti come il Sacro Graal della connettività senza fili. Non è la connessione 5G. Si chiama pCell, un sistema che ha un unico obiettivo: quello di connettere ad alta velocità e senza interruzioni più dispositivi media possibili, senza deficit di spectrum.

Ne ha dato una dimostrazione il suo creatore Steve Perlman, che è fermamente convinto che la sua innovativa tecnologia wireless rivoluzionerà l’industria, eliminando i problemi come la formazione di zone morte, di congestioni e di connessioni non affidabili che cadono troppo spesso.

PCell, che sta per cellula personale, sfrutta l’interferenza, invece che evitarla come fanno le reti tradizionali. Offrendo una performance che è identica a quella ottenuta con quando i fili collegati.

Spiegata in modo semplice, nelle reti cellulari, una torre trasmette un segnale radio che crea una cellula, che deve evitare le interferenze con le altre cellule per arrivare a destinazione.

La capacità della torre è condivisa da tutti i dispositivi mobili connessi e cerca di evitare le interfernze create l’uno con l’altro.

Con il numero di dispositivi portatili e anche della domanda di dati da inviare e ricevere, i servizi cellulari danno spesso problemi, anche con le ultime tecnologie d’avanguardia.

È difficile spremere il massimo possibile della capacità da uno spettro limitato.

Con uno spettro di soli 5Mhz, invece Perlman, fondatore di WebTv, ha mostrato a un’audience di tecnici del settore e giornalisti riuniti alla Columbia University, di essere in grado di mandare in streaming un video in alta definizione su otto iPhone insieme.