La Cina continua a costruire tecnologie militari a spese degli Usa

19 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – La Cina starebbe continuando a rubare la tecnologia militare e dei programmi spaziali degli Stati Uniti, nel tentativo di rompere il dominio nell’intelligence, nei sistemi di navigazione e comunicazione. A dirlo è l’ultimo report della Dipartimento di Stato e della Difesa degli Usa.

“Continuano gli sforzi cinesi di acquisire la tecnologia miliare degli Usa. Questo gli consente di diminuire lo svantaggio esistente al momento, in diversi campi quali lo sviluppo di armi e comunicazioni. In aggiunta, quanto entrato in possesso cinese potrebbe essere utilizzato per mettere in piedi qualcosa di più avanzato”. È quanto si apprende dal report.

Sebbene gli ufficiali statunitensi confessano di essere convinti che il paese non si stia preparando ad alcun tipo di azione via mare o via terra, l’obiettivo dovrebbe essere quello di limitare la supremazia nei quattro ambiti in cui si potrebbero combattere le prossime guerre: mare attorno alla Cina, nello spazio aereo sopra il paese, nello spazio e nell’informatica.

La Cina respinge le accuse di spionaggio informatico o di attacchi informatici compiuti da hacker supportati dal governo. Intanto dal Servizio di Sicurezza della Difesa del Pentagono suggeriscono che i vari paesi della regione Asia-Pacifico stanno cercando di migliorare i vari sistemi elettronici utilizzati in campo militare, di ricognizione, spionaggio e comunicazioni.